Casa d'accoglienza

La Casa d’Accoglienza della parrocchia di San Paolo di via Pistocchi 19, nasce da un'idea dei nostri preti storici: don Girolamo Famigni (don Mino) e don Amedeo Pasini. La Casa ha iniziato la sua attività nel febbraio 2000. Alla realizzazione di questo progetto hanno contribuito e collaborato anche i ragazzi delle Associazioni parrocchiali (Agesi e A.C.) e tante persone con la loro opera di volontariato.

Nasce con l’obiettivo di diventare, per tutti, una palestra di solidarietà, dove ognuno mette a disposizione dei fratelli un po’ del proprio tempo e delle proprie capacità, nella consapevolezza che “La preghiera deve essere unita alla carità, l’amore di Dio a quello del prossimo”.

Sin dalla sua apertura, è stata attivata una collaborazione continuativa con la comunità Papa Giovanni XXIII , per dare un’opportunità ai ragazzi che concludono il loro percorso di recupero all’interno della comunità, di fare un’esperienza lavorativa nella Casa. Inoltre sono state stipulate, con vari Enti locali, alcune borse lavoro.

Finalità
Il progetto sulla Casa d’Accoglienza nasce da una precisa scelta del Consiglio Pastorale Parrocchiale di San Paolo.
La finalità del progetto è quella di contribuire alla realizzazione di una cultura della solidarietà e della carità nel territorio parrocchiale per una società che rispetti e valorizzi ogni persona nella consapevolezza che accogliere ed essere accolti è parte della stessa esperienza.
La Casa diventa luogo e segno di esperienza concreta dell’amore gratuito del Padre,  nell’accoglienza degli anziani che vivono  soli e/o in difficoltà.

Obiettivo
- Accogliere e prendersi cura  di chi è solo e in difficoltà offrendo un luogo in cui condividere il proprio bisogno in un clima  di serena convivenza.

- Offrire una serie di servizi che stimolino le capacità ancora attive dell’anziano e fargli sentire l’importanza delle sua presenza.

- Coinvolgere la Parrocchia sia come gruppi organizzati che come singoli, realizzando uno stretto collegamento fra  Chiesa-Casa-Comunità parocchiale per renderla la Casa di tutti ed essere sempre attenti ai bisogni di cui si viene a conoscenza.

- Integrazione della Casa d’Accoglienza con le varie realtà di pubbliche utilità come: Circoscrizione, Comune, AUSL, ed altre.

La struttura
L’immobile, che si sviluppa tutto al piano terra, è di proprietà della Parrocchia di San Paolo Apostolo ed è adiacente alla canonica. Esso è composto da una cucina, dove vengono preparati giornalmente i pasti (colazione,  pranzo e merenda), una sala da pranzo e un’ampia zona giorno dove si svolgono le attività giornaliere e quelle ludico-ricreative.

Assistenza e cura
L’assistenza e la cura degli Ospiti è affidata a operatori professionali O.S.S., che hanno la responsabilità educativa delle attività e che si alternano in turni prestabiliti.

Giovani del Servizio civile, Volontari europei e persone volenterosi che, strettamente legati alle finalità del progetto, collaborano con gli operatori nella parte ricreativa degli ospiti e hanno, nei diversi ambiti, mansioni di servizio indispensabili per il funzionamento della Casa (cucina, trasporti, pulizie).

La Casa d'Accoglienza si affida a collaboratori esterni per il supporto specialistico.

Orari di apertura
La Casa d’Accoglienza, essendo un Centro diurno, adotta i seguenti orari di funzionamento settimanale:
- dal lunedì al giovedì dalle ore 08,00 alle ore 18,00
- il venerdì dalle ore 08,00 alle ore 14,00.

Informazioni:
Presso la Sede di via Pistocchi, 19 Forlì
Tel. 0543 416845       Email  accoglienzasanpaolo@libero.it

 

Responsabile
Francesco Altamura        cell. - 

Operatori O.S.S.
Anna Zini
Stefania Garofanelli
Matteo Turci

 



Ultime News

Come ormai di consuetudine il Caffe' per tutti continua con gran successo...
02/11/2016
Giovedì 15 settembre il " Caffe' per tutti "  con E...
29/08/2016
Giovedì 16 giugno 2016 alle ore 17:30 presso il salone poliv...
09/06/2016
> leggi tutte